Le linee guida per i piani spostamenti casa-lavoro (PSCL) sono state approvate dal Ministero per la Transizione Ecologica e dal Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili.

L’approvazione delle linee guida per la redazione e l’attuazione dei piani degli spostamenti casa-lavoro da parte dei Mobility manager è un passo molto importante.

“Questa iniziativa – spiega il Mims in una nota – si inserisce nel programma di sviluppo e valorizzazione delle politiche di mobilità urbana sostenibile già avviato dal Mims con l’adozione delle Linee guida per la redazione di Piani Urbani di Mobilità sostenibile e costituiscono un utile supporto alle attività dei Mobility manager delle imprese e delle pubbliche amministrazioni dei Comuni con oltre 50mila abitanti che devono redigere i piani di spostamento casa-lavoro da adottare entro il 31 agosto per poter accedere ai finanziamenti stanziati per l’anno 2021 e che ammontano a 50 milioni”.

L’approvazione delle linee guida per i piani spostamenti casa-lavoro, spiega il Ministro Giovannini, è “un passo importante in vista della ripresa delle attività a settembre e serviranno ai Mobility manager per l’organizzazione degli spostamenti dei dipendenti e alla gestione degli orari al fine di alleggerire la pressione sulla viabilità e sul trasporto pubblico locale”.

“Grazie a questa attività contiamo su una mobilità più regolata e che migliori i flussi di spostamento e la vivibilità delle città”.

Le linee guida per i piani spostamenti casa-lavoro, cosa prevedono?

I piani spostamenti casa lavoro, detti anche PSCL, hanno, tra le altre cose, come finalità una più efficace distribuzione degli utenti del trasporto pubblico.

In particolare, possono incidere sugli orari d’inizio e termine delle attività economiche, lavorative e gli orari dei servizi di trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano.

I piani vanno redatti dal Mobility Manager, seguendo le linee guida, in particolare gli allegati che descrivono in maniera puntuale tutte le fasi per una corretta redazione, e devono essere trasmessi  al Mobility Manager d’Area del Comune competente.

Il MM di Area dovrà valutare le misure previste, armonizzazione le diverse iniziative e formulare proposte di finanziamento in relazione alle risorse disponibili.

Se vuoi essere aggiornato sulle novità del mobility management o ricevere assistenza per la redazione del Piano Spostamenti Casa-lavoroclicca qui e entra in contatto con noi.

Scarica qui le Linee guida per la redazione dei Piani Spostamenti Casa Lavoro.